La Community italiana per le Scienze della Vita

Zoocrazia. La vita politica degli animali – Roberto Inchingolo

Un libro leggero ma ricco per saperne di più sulla nostra cultura e sulla socialità nel mondo animale

Quando pensiamo ad animali in gruppo ci vengono subito in mente quelli che cacciano assieme, come le leonesse, oppure le vespe e altri animali fortemente cooperativi. Ma è possibile che la socialità delle altre specie sia tale da dotarle di veri e propri sistemi politici? Tra licaoni che starnutiscono per votare, sardine che concordano con i vicini e bonobo “hippie”, Roberto Inchingolo ci racconta la politica animale in modo accurato ma simpatico nel suo libro “Zoocrazia. La vita politica degli animali“. Un viaggio sorprendente tra curiosità e riflessioni sulla nostra specie.

Roberto Inchingolo, dopo una laurea e un dottorato in Scienze Naturali all’Università di Bologna, ha conseguito due Master in Comunicazione della Scienza (uno presso l’Università di Roma Tor Vergata e uno presso la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste). Poi ha lavorato come comunicatore della scienza per diverse realtà italiane ed estere, come la University of Cambridge e l’Institut de Neurosciences des Systèmes a Marsiglia, e oggi lavora come Project manager al Museo della Storia della Medicina di Padova. “Zoocrazia. La vita politica degli animali” (Durango Edizioni, 2021) è il suo terzo libro, dopo “Perché ci piace il pericolo. Adrenalina, paura, piacere ” (Sironi Editore, 2013) e “Il Bias della razza. Polarizzazioni del pensiero, torsioni identitarie e politica dell’odio” (Durango Edizioni, 2018).

Scarafaggi democratici, elefantesse femministe, corvi socialisti, scimpanzé imperialisti, pipistrelli comunisti, macachi liberisti, leoni ossessionati dalla purezza razziale. I comportamenti sociali degli animali assomigliano ai sistemi politici degli umani più di quanto si possa immaginare.

– sinossi del libro

Contenuto di “Zoocrazia. La vita politica degli animali”

Nelle diverse culture umane, gli altri animali sono sempre stati fonte di ispirazione e metafore: sono stati protagonisti di favole, simboli, divinità, e in loro talvolta cerchiamo comportamenti umani per giustificare o rafforzare le nostre azioni. Anche alcune correnti politiche e sociali hanno fatto di specie animali degli esempi, come per il famosissimo falso mito dei lupi alfa.

Nel suo “Zoocrazia“, Roberto Inchingolo esamina la questione da un punto di vista scientifico, sfruttando la scusa di capire quanto possa reggere il parallelismo tra politica umana e di altre specie per raccontare le società nel mondo animale. Così, nel primo capitolo racconta la “democrazia” in alcune specie, per poi approfondire la “monarchia” (nelle specie eusociali che vivono in colonie come api e formiche) nel capitolo successivo. Nel terzo accenna all'”anarchia“, spiegando come si organizzano gruppi numerosi e meno numerosi in alcune specie. Passa poi, nel quarto capitolo, al “liberalismo” e al mercato di scambi economici che, secondo alcuni autori, è diffuso in molte specie animali.

Il capitolo 5, “La cooperativa dei corvi”, è un tuffo tra i concetti di morale, giustizia e cooperazione, con esempi e riflessioni in diverse specie. Quello successivo, “Leoni ariani e paranoia genetica”, esamina quindi pratiche “poco carine” mirate all’eugenetica, come l’infanticidio e il controllo riproduttivo del partner, riprese da correnti politiche come il fascismo per sostenere che è “naturale” cercare la “purezza della razza”.

Non può mancare un capitolo sulle specie animali che praticano una sorta di “comunismo“. Qui si apprende che Marx, padre di questa corrente politica, era un gran conoscitore e ammiratore delle teorie di Darwin. Quindi, in “Ad ogni pipistrello secondo le sue necessità” l’autore racconta l’altruismo nel mondo animale.

Nel capitolo 8 l’autore approfondisce i tipi di società presenti nelle specie di scimmie antropomorfe, tra parità, dominanza, empatia, violenza. Gli ultimi due capitoli, infine, sono dedicati ai polpi e ad altri casi particolari che fanno riflettere sui tipi di organizzazione sociale che ancora non conosciamo e su come indaghiamo il mondo (spesso con occhi già puntati su ciò che vogliamo vedere).

Commento

Come prendono decisioni collettive gli animali che vivono in gruppo? Ci sono altri animali che fanno violenza “gratuita” o, al contrario, gesti altruistici come noi? E soprattutto, cosa sappiamo delle forme politiche nelle altre specie animali?

Sono tante le domande a cui risponde Roberto Inchingolo, in modo accurato e un po’ irriverente, passando per gli animali eusociali, ma anche l’assistenza al parto in alcune specie, scambi di favori e giochi di potere. “Zoocrazia. La vita politica degli animali” mostra mondi inimmaginabili, facendoci riflettere su di noi e su quanto rischiamo di perdere delle altre specie animali quando le antropomorfizziamo.

E sono molti gli esempi interessanti e di valore che l’autore narra con semplicità e rigore scientifico. Come la storia delle renne dell’Isola di San Matteo, un esempio dal mondo animale che funge da avvertimento su quanto è pericoloso il sovrasfruttamento delle risorse per la sopravvivenza di una specie. O altri casi più allegri, come quello dei “castelli” di spugne marine dietro cui si nascondono le femmine dei gamberi del genere Synaplheus, difese da schiere di maschi.

Conclusione

C’è un mondo là fuori che va oltre la nostra immaginazione, un mondo di api e corvi ed elefanti e polpi e scarafaggi e formiche e pipistrelli e molto, molto altro.

– Roberto Inchingolo

Zoocrazia. La vita politica degli animali” è una lettura approfondita ma scorrevole, rigorosa ma a tratti ironica. Ricca di casi curiosi e interessanti, può arricchire con nuovi punti di vista sia esperti e appassionati di animali sia coloro che s’intendono di politica e desiderano leggere qualcosa di un po’ diverso.

Acquista Zoocrazia su Amazon

Copertina di "Zoocrazia. La vita politica degli animali": un'illustrazione che mostra un babbuino, un corvo, un leone, un elefante e una formica antropomorfizzati e vestiti che camminano per le strade di una città

Titolo: Zoocrazia. La vita politica degli animali

Autore: Roberto Inchingolo

Genere: Libro divulgativo

Casa editrice: Durango Edizioni

Anno di pubblicazione: 2021

Articoli correlati
Commenta