Microrganismi patogeni: vie di ingresso e caratteristiche

Vengono definiti patogeni i microrganismi capaci di invadere ed indurre malattia in un individuo sano. A volte può succedere che anche gli opportunisti come i microrganismi saprofiti, per vari motivi come i momenti di particolare debolezza dell’ospite, abbiano l’opportunità di proliferare eccessivamente quindi invadere e causare malattia.

Un microrganismo per generare malattia deve avere caratteristiche di patogenicità o di virulenza, spesso una combinazione delle due:

La Patogenicità è l’abilità di un microrganismo di causare malattia o produrre lesioni progressive. La malattia può essere causata dal batterio direttamente (es: mediante produzione di tossine) o mediata dalle reazioni dell’ospite al batterio come per la risposta infiammatoria prolungata. E’ indice di quanto è cattivo il batterio.

La Virulenza è la capacità di un microrganismo patogeno di indurre la condizione patologica (= quanti batteri servono per generare malattia). La virulenza si esprime come numero di microrganismi o di μg di tossina necessari per uccidere l’ospite. In genere si esprime come LD50 cioè la dose letale che uccide il 50% delle cavie.

Il microrganismo può essere anche caratterizzato da altri due fattori:

  • Tossicità: capacità di produrre sostanza tossiche
  • Invasività: abilità di penetrare i tessuti e di diffondere

Le vie di ingresso principali

  • vie respiratorie
  • tratto gastro-enterico
  • tratto genito-urinario
  • interruzione dell’integrità della superficie degli epiteli
  • cateteri
  • tubi per ventilazione
  • sondini di drenaggio

La somministrazione di farmaci che deprimono la risposta immunitaria o che alterano l’ambiente di alcuni distretti dell’organismo favoriscono l’infezione. Alcuni parassiti penetrano nella pelle o nella mucosa intatta o sono veicolati da artropodi direttamente nel flusso sanguigno e linfatico.

Condizioni necessarie per la patogenesi

  • Esposizione al patogeno (aria, acqua, cibo, contatto diretto, vettore)
  • Adesione alla pelle o alle mucose
  • Invasione attraverso l’epitelio
  • Colonizzazione e crescita (e/o completamento del ciclo biologico)
  • Evasione delle difese immunitarie dell’ospite
  • Capacità di danneggiare l’ospite (tossicità)

 

Fonte: Robbins e Cotran. Le basi patologiche delle malattie. Patologia generale.

Articoli correlati