Home / News e Curiosità / News / Negli Elefanti il segreto per prevenire o curare il cancro?
elefanti e cancro

Negli Elefanti il segreto per prevenire o curare il cancro?

Molti ricercatori si sono chiesti per anni perché gli elefanti contraggono raramente il cancro. Uno scienziato che lavora con una equipe di esperti presso uno zoo forse ha trovato la risposta che potrebbe condurre alla prevenzione di certe malattie negli esseri umani.

Eric Peterson che si prende cura degli elefanti nell’ Hogle Zoo da 22 anni, non ha tentennato quando il dottor Josh Shiffman gli ha chiesto alcuni campioni del loro sangue.
“Sono abituato a farmi sempre domande complesse, e questa era veramente una domanda molto complessa” ha affermato Peterson.

Dr Josh Schiffman
Dr Josh Schiffman

Il Dr Schiffman voleva scoprire perché gli esseri umani hanno una probabilità del 50% di contrarre il cancro durante la loro vita, mentre gli elefanti ne hanno meno del 5% specialmente perché sono 100 volte più grandi e hanno un numero di cellule, che potrebbero ammalarsi, 100 volte superiore.

La risposta sta nel P53, che è un gene oncosoppressore, e gli esseri umani ne hanno soltanto due.

 

“Abbiamo imparato che gli elefanti, invece di avere due copie di questo gene p53, si sono evoluti fino ad avere 40 copie di questo gene P53” ha detto il dottor Shiffman, professore di pediatria presso lo Huntsman Cancer Institute. “pensiamo che siano queste copie extra che possano contribuire alla prevenzione dello sviluppo del cancro”.gene p 53

Il dottor Schiffman è rimasto sorpreso nello scoprire che il P53 non solo è in grado di riparare le cellule danneggiate, ma è anche capace di ucciderle.

“Invece di cercare di fermarlo e ripararlo e forse nemmeno in modo completo, semplicemente dovremmo distruggerle (le cellule malate). Sono elefanti, ce ne sono sempre di più nel luogo da cui provengono, e in questo modo saranno perfettamente protetti al punto da non contrarre mai il cancro”. Ha aggiunto il Dr Schiffman.

Il team del Dr Shiffman sta ora sviluppando un farmaco che emula l’attività del P53 nella speranza che possa curare e forse prevenire il cancro nelle persone.

Il Dr Schiffman spera di ottenere qualcosa dalle prove cliniche fra tre o cinque anni. Ha detto che il circo dei “Ringling Brothers” ha dato un contributo eccezionale a questa ricerca. Oltre a provvedere i campioni di sangue dai loro elefanti, il circo ha donato 250.000 dollari per la realizzazione del progetto.

Riguardo a Lino Massotti

Lino Massotti
Studioso di lingue antiche e moderne. Divulgatore scientifico e culturale in genere. Sposato con figlio. Credente e rispettoso di elevati principi etici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *