Il vostro portale scientifico

La raccolta differenziata conviene a noi e al pianeta

@JuzaPhoto

Un piccolo gesto che fa la differenza soprattutto se fatto bene. La raccolta differenziata indica un sistema di raccolta dei rifiuti che consente di differenziarli e destinarli al riciclaggio, e quindi al loro riutilizzo. In un mondo che produce sempre più rifiuti e non sa come gestirli, la raccolta differenziata resta l’unico modo per smaltire in  modo sostenibile. Il modo migliore per contribuire allo smaltimento è saperlo fare in modo corretto.

Risultati immagini per raccolta differenziata

La  differenziazione dei rifiuti comprende:

  • il residuo indifferenziato
  • l’organico
  • la carta
  • il vetro
  • l’alluminio
  • l’acciaio e la plastica
  • rifiuti che possono essere inquinanti come medicine, batterie e solventi
  • oli esausti

Risultati immagini per errori raccolta differenziata

Di seguito vengono riportate delle regole poco attuate o non conosciute:

  • Pulire e sciacquare contenitori come contenitori in vetro e tetra pack.
  • La carta sporca come i cartoni della pizza si devono gettare nell’indifferenziata altrimenti abbassano la qualità della carta riciclata.
  • I bicchieri di vetro, gli specchi e il cristallo non possono essere riciclati quindi vanno gettati nell’indifferenziata
  • Giocattoli e pennarelli vanno nell’indifferenziata
  • Nella carta si deve buttare solamente la carta pulita, a parte scontrini e biglietti che vanno nell’indifferenziata
  • Il polistirolo, i piatti e i bicchieri di plastica vanno gettati nella raccolta della plastica.
  • Un altro punto importante sono i farmaci, perché pare che solo 4 cittadini su 10 li smaltiscono in modo corretto. Infatti i farmaci non vengono riciclati ma devono essere deposti nei raccoglitori dei farmaci scaduti. Le scatole dei farmaci vanno gettate nella carta e i blister nella plastica, invece i farmaci verranno bruciati ad altissime temperature.
  • Le bombolette spray vanno gettate nell’alluminio solo se non riportano nell’etichetta il simbolo infiammabile se no sono classificati come RUP (rifiuti urbani pericolosi).
  • Gli oli esausti sia animali che vegetali non devono essere gettati nello scarico ma devono essere conferiti alle isole ecologiche comunali.

Per tutti gli altri dubbi ogni comune ha un proprio regolamento e per le confezioni e involucri bisogna attenersi a ciò che troviamo scritto o ai simboli riportati.

Questo piccolo gesto è importantissimo per i milioni di alberi abbattuti, milioni di litri di petrolio consumati, milioni di kg di CO2 immessi nell’atmosfera, a cui la raccolta differenziata pone rimedio.

§  Per il risparmio di petrolio e carbone

§  Risparmio energetico

§  Per diminuire l’abbattimento degli alberi

§  Riduzione dell’ inquinamento sia atmosferico che terrestre

§  Vantaggi economici

 La raccolta differenziata pone rimedio a due problemi legati all’aumento esponenziale della produzione di rifiuti:

il consumo di materia prima (diminuito appunto grazie al riciclo) e la riduzione delle quantità destinate alle discariche e agli inceneritori. Inoltre grazie alla gestione dei rifiuti contribuiamo alla lotta ai cambiamenti climatici e all’inquinamento dell’aria. Secondo stime di Legambiente, chi oggi ricicla la metà dei propri rifiuti riduce la CO2 e i gas emessi in atmosfera di una quantità tra i 150 e i 200 chili all’anno.

Un problema molto avanzato che riguarda tutto il nostro pianeta è la plastica, secondo dati recenti ogni anno ne finiscono in mare 8 tonnellate e se non ci sarà un cambio di rotta nel 2050 gli oceani potrebbero contenere più plastica che pesci. Il fatto più allarmante è che la maggior parte non la vediamo perché è sotto forma di microplastica, ma è comunque pericolosa: ingerita dai pesci, arriva fino ai nostri piatti e il Mediterraneo ne è pieno figuriamoci gli oceani. Infatti al momento sarebbero parecchi i paradisi naturali a rischio. A pagarne le conseguenze non siamo solo noi ma anche flora e soprattutto fauna marina.

http://www.improntaunika.it/wp-content/uploads/2014/11/SE-14-07_PH_K2-13-1024x768.jpg

In Natura il concetto di rifiuto non esiste. Tutto ciò che termina il proprio ciclo di vita naturale viene assorbito dall’ambiente e rimesso in circolo, e questo è quello che dobbiamo fare: produrre oggetti e beni che possano essere assorbiti dall’ambiente una volta terminato il loro utilizzo. Fino a che ciò non sarà possibile, abituiamoci a valorizzare anziché gettare i rifiuti che produciamo. Dobbiamo imparare a considerarli una risorsa.

Articoli correlati