Acquario: Crea il tuo ecosistema

1 Cosa è un acquario?

”Un acquario è un ecosistema, avere un acquario è avere la vita nelle proprie mani”.

L’acquariofilia è un hobby che consiste nell’allevamento di pesci, invertebrati o piante, questa pratica è molto antica, infatti, l’allevamento di pesci è un’attività che affonda le proprie radici nella storia dell’uomo.
Da millenni i pesci sono stati allevati come fonti di cibo o per semplice ornamento, basti pensare ai monasteri nell’Europa medievale, da decenni l’allevamento di pesci è mutato in una minuziosa quanto mai scientifica ricostruzione di un ecosistema.

2 Cosa è un ecosistema?

ecosistema

Un ecosistema è una porzione di biosfera ovvero l’insieme dell’idrosfera, atmosfera e litosfera delimitata naturalmente, cioè l’insieme di organismi animali e vegetali che interagiscono tra loro e con l’ambiente che li circonda. Esso è costituito essenzialmente da un ecotopo (componente abiotica) e da una (o più) biocenosi (componente biotica) inserite in un particolare ambiente climatico.

3 Da dove cominciare?

Prima di cimentarsi alla ricerca dell’acquario è necessario essere a conoscenza delle seguenti cose:

  • Avere un acquario è avere un impegno
  •  Un acquario NON è un giocattolo
  •  Gestire un acquario richiede TEMPO e DENARO (dubitate da chi dice che non è dispendioso)
  •  Per gestire al meglio il vostro piccolo ecosistema dovete avere un minimo di nozioni base sui vari cicli biologici, piramidi alimentari, importanza degli elementi chimici e ovviamente conoscere chi abiterà il vostro ecosistema.

4 Come cominciare: Collocazione

Il primo step fondamentale da fare è scegliere il posto su cui collocare l’acquario.

Tenete conto che gli acquari anche se piccoli sono MOLTO pesanti, quindi, è importante:

  • Posizionarlo su di una superficie resistente
  •  Trovare una zona della casa poco trafficata, infatti, rumori o ”vibrazioni” eccessive infastidirebbero i vostri pesci
  •  Non posizionare l’acquario in una zona dove batte molto sole, ciò comporterà sicuramente problemi di alghe in futuro

5 La scelta dell’acquario

Ottavi_mirage60_op-d (1)

Finalmente si inizia la ricerca di quella che sarà la futura casa dei vostri pesci.
La scelta dell’acquario deve essere effettuata con molta cautela, infatti, a discapito di quanto un principiante possa credere, avere un acquario di piccole dimensioni è estremamente più difficile di possederne uno grande.

Domande da porsi per fare la scelta giusta:

  • Quanto spazio avete da dedicargli?
  • Quanti pesci/invertebrati/piante voglio metterci?

Personalmente per iniziare vi consiglio una scelta ponderata, comprate un 60L e avrete spazio e possibilità di sbagliare senza causare catastrofi.

6 La scelta dei pesci

Pesci-tropicali-dacquario-5-esemplari-bellissimi-1-800x400-800x400

Scegliete con cura gli abitanti del vostro ecosistema e avrete una popolazione tranquilla e felice.
Prima di acquistare degli animali, ovviamente, informatevi sulle loro caratteristiche fisiche, sociali e alimentari.
Alla base di un ottimo acquario c’è la convivenza tra le specie, quindi, non accoppiate specie estremamente territoriali o il vostro acquario sarà un campo di battaglia.

Non affidatevi ciecamente ai venditori, fidatevi SOLO di voi stessi, dunque, compratevi un bel libro sulle specie d’allevamento o reperite il materiale che vi serve online.

7 Conclusioni

Possedere un acquario è una esperienza molto stimolante e, a mio parere, molto istruttiva.
Come vi ho ribadito più volte l’importante è CONOSCERE e RISPETTARE la Vita.
Qualsiasi scelta farete, spero di avervi dato un incipit importante.

Ricordate che è assolutamente vietato liberare i vostri pesci o quant’altro in cattività, la maggior parte dei pesci di allevamento sono specie aliene che creerebbero non pochi problemi alle specie nostrane, vedesi il caso del gambero killer.
Adesso sta a voi, per qualsiasi info potete contattarci,saremo lieti di aiutarvi.

Articoli correlati